INTERVISTA A SERGIO AVETA – ALTER EGO

Chi è Alter Ego

Lo studio Alter Ego nasce a Novate Milanese nel 1993, come studio fotografico. Il suo ideatore, Sergio Aveta  si occupa di matrimoni con servizi fotografici realizzati in stile reportage.

Negli anni Alter Ego cresce e diventa una società ora si occupa di foto, video, multimedia e comincia a collaborare con marchi prestigiosi in svariati settori.

Pochi anni e lo studio si trasferisce in una spaziosa location a Senago e diventa un’agenzia di comunicazione con nuove attività all’interno dello studio, scenografie e allestimenti.

Sergio Aveta è il fotografo di questo studio. Segue tutti i servizi che vengono commissionati all’agenzia:

Still-life, reportage di eventi, moda, senza mai tralasciare la parte dedicata ai matrimoni, che segue sempre personalmente. Ottiene molti riconoscimenti e premi a diversi concorsi fotografici: nel campo wedding, nello still-life e nella street photography.

Ecco le risposte ad alcune nostre curiose domande che abbiamo posto a Sergio:

• Ricordi la tua prima foto?

Perfettamente! Due cocker che fanno il bagno in una fontana, in una gita di quinta elementare. La ricordo perchè fu l’unica foto riuscita di un intero rullino rovinato dal mio dito davanti all’obbiettivo di una Petrick con mirino galileiano 🙂

• Cosa rappresenta per te la fotografia di matrimonio in termini emotivi e pratici?

La fotografia di matrimonio è sempre stata una mia passione. Dopo 20 anni riesco ancora ad essere nervoso ed emozionato fino a quando non arrivo a casa della sposa e comincio a scattare…è solo quando inizio a scattare che mi rilasso. La soddisfazione più grande una volta era al momento della consegna dell’album ; oggi quando gli sposi alla consegna dei file, guardano le prime foto post prodotte. Dalle loro espressioni capisci subito se hai fatto un buon lavoro ed è allora che mi sento veramente soddisfatto.

• L’empatia è fondamentale per stabilire un buon rapporto con gli sposi, cos’altro occorre per una buona riuscita del servizio fotografico?

L’empatia, in verità nasce già al primo appuntamento, diversamente la coppia non ti sceglierebbe come fotografo per il proprio giorno. La giornata è lunga, non bisogna mai distrarsi, pertanto la concentrazione è basilare poiché ti aiuta ad anticipare quello che sta per succedere e quindi ti permette di scattare al momento giusto.

• Nel rapporto con i tuoi clienti hai delle proposte precise o lasci che i clienti ti diano delle indicazioni su come vorrebbero il loro servizio?

Ascolto sempre le indicazioni degli sposi, anche se per come è impostato il mio modo di lavorare le richieste si limitano nel farmi sapere se sono più o meno disponibili a fare foto posate.

Io e i miei collaboratori facciamo un vero reportage di tutta la giornata, seguendo gli sposi dall’inizio alla fine di questo loro giorno speciale. Ci sono coppie che non vogliono proprio vederci e altri più propensi anche a qualche scatto un po’ studiato…in questo senso accontentiamo tutti. 

• Dal tuo sito emerge un progetto molto creativo focalizzato su servizi di allestimento, decorazioni e arredamento. Ci parli di questo ampliamento? Siamo curiosi…

Abbiamo cominciato quasi per gioco. Ci hanno chiesto di realizzare un allestimento per un negozio in centro a Milano: Zap-Milano, si trattava di realizzare gigantografie e scenografie. Il primo tema che è stato realizzato riguardava Pippi calze lunghe. Da quel negozio è partita una collaborazione con Camomilla e Hello Kitty, per i quali abbiamo realizzato decine di punti vendita in Italia ed Europa (designalterego.net).

Ci siamo specializzati nel recupero di mobili anni trenta in stile chippendale con i quali abbiamo allestito tutti questi negozi e che oggi ancora produciamo e vendiamo anche ai privati. Attualmente abbiamo riscontrato un certo interesse anche per il noleggio di questi pezzi nel realizzare angoli suggestivi in location per matrimoni.

• Oltre al matrimonio, cosa ti piace nel fotografare?

Sicuramente raccontare storie di tutti i tipi, qualunque esse siano. Mi sono avvicinato molto alla street photografy

• Hai avuto un vero e proprio “maestro”?

No! Mi piace sfogliare libri di fotografia e andare per mostre fotografiche. Il fotografo di oggi che mi emoziona di più è sicuramente Sebastiao Salgado

• La foto ideale è quella…

Sono un nostalgico…la foto ideale è quella che “impressiona” un evento da ricordare.

• Un consiglio per la stagione 2016?

Negli ultimi anni c’è stato un vero boom di fotografi e una corsa al ribasso sui prezzi. Io agli sposi consiglio sempre di guardare bene le foto e scegliere un fotografo per lo stile e non per la confezione.

Investire sul fotografo per avere delle belle foto. Per stampare un album…c’è sempre tempo.

Ringraziamo Sergio, anche per la gentile concessione di alcuni suoi magici scatti.

Contatti:

[tel.] +39 029982151

[@] info@alteregosposi.com

[w] www.alteregosposi.com

[w] www.alteregostudio.it

[f] facebook

Leave a Reply