Sartoria Swing Quintet ritorna al Jazz Cafè

Martedì 12 marzo ore 20.30 – Aperitivo e musica di gran classe al Jazz Cafè.

Saremo ospitati in uno dei ristoranti più cool di Milano, famoso per i cocktail, l’ospitalità e la bella gente.

Il Jazz Cafè si trova a due passi dall’Arco della Pace, nel cuore di Milano, ed è nato da una collaborazione di tre caparbi ragazzi che hanno recepito l’esigenza milanese di proposte nuove da contrapporre ai colossi della ristorazione e del divertimento notturno classici. Da qui l’idea di un’alternativa; rapida quanto basta, mista ad un intrattenimento anomalo. L’ottima cucina che offre piatti per tutti i gusti e il personale di sala hanno creato un locale dove cenare e sentirsi di casa, ma anche una location perfetta per l’aperitivo e per il dopocena, con una grande varietà di cocktail.

Vi aspettiamo con tanta buona musica, eseguita rigorosamente dal vivo. Pianoforte, batteria, voce femminile, voce maschile, sax, basso, chitarra, il quintetto che ha fatto dell’arrangiamento in chiave acustica il suo credo.

Francesca Sabatino (Voce solista)
Stefano Malinverno (Voce/Chitarra)
Marco Scipione (Sax)
Marco Tolotti (Batteria)
Paolo Picutti (Pianoforte/Keybass)

Jazz Cafè
C.so Sempione, 8 – Milano – per prenotazioni: 02.33604039 Dinner and dance per palati eleganti, funziona molto bene anche all’ora dell’aperitivo, tutti i giorni, con il buffet. Il nome del locale lo si deve alle foto dei più grandi jazzisti appesi alle pareti: da  Chet Baker a Louis Armstrong e a quell’atmosfera rilassata e fascinosa dei jazz cafè d’oltreoceano. Il ristorante propone cucina tipica mediterranea e alcune sperimentazioni creative, ottima anche la cantina.

•     L’aperitivo del jazz e servito dalle 18:30 fino alle 21:30.
•     Il jazz cafe e nato come idea nuova e originale per poter soddisfare al meglio il cliente. Oltre a trovare una notevole varieta di cocktails, e cibarie avrai il piacere di poter scegliere tra le migliori case produttrici di whisky, vodka, tequila, gin rum, mezcal, etc..
•     Iahiru Lo storico barman del Jazz, per il progetto BartenderLab, vince a man bassa! Era troppa la felicita per aver vinto il riconoscimento che ha decretato la vincita del Bartender lab
•     La preparazione del suo cocktail migliore : ? cucchiaio di zucchero, menta pestata, ghiaccio intero e tritato, 7/10 di pompelmo bianco (meglio se fresco spremuto!), 2/10 di vodka Smirnoff, 1/10 martini dry.

>> googlemap