Intervista ad Andrea Marchetti Wedding Planner

Alcune domande ad Andrea Marchetti, giovane titolare di Andrea Marchetti Eventi, professionale agenzia di Wedding Planner e Designer a Milano.
Andrea nasce in Toscana 29 anni fa e da dieci vive a Milano dove ha frequentato il corso di Fashion Design presso l’Istituto Marangoni, sviluppando uno spiccato senso creativo, di stile ed eleganza. Dopo aver lavorato nel settore moda e gioielli, negli ultimi anni ha iniziato a collaborare come consulente per alcune agenzie di Wedding Planner seguendo tutta la realizzazione grafica e stilistica del matrimonio; successivamente, spinto da una grande passione, ha deciso nel 2012 di dare vita a una propria agenzia.

1 – Perché una coppia dovrebbe rivolgersi a un Wedding Planner?
Io dico sempre che il Wedding Planner è una figura da considerarsi come un professionista nel suo settore, questo non vuol dire che necessariamente una coppia debba rivolgersi a un Wedding Planner, come anche non deve necessariamente rivolgersi ad un architetto per arredare casa o a un imbianchino per pitturarla ma, indubbiamente, sa che rivolgendosi ad un professionista, il risultato sarà migliore. Il Wedding Planner deve essere visto come un valore aggiunto, perché questo è proprio il nostro compito in quanto mettiamo a disposizione della coppia tutto il nostro bagaglio di esperienze e il nostro ventaglio di fornitori selezionati e fidelizzati nel tempo dei quali conosciamo perfettamente l’operato; in questo modo i futuri sposi non dovranno impazzire nella ricerca dei fornitori, andare a conoscerli, provarli, etc…
Spesso e volentieri le coppie che si rivolgono a noi sono molto impegnate con il lavoro e non hanno sufficientemente tempo da dedicare all’organizzazione del proprio matrimonio che richiede generalmente anche oltre 300 ore di preparativi.

Wedding-Planner-Milano-1

2 – Il lavoro del Wedding Planner, approdato in Italia ormai da diversi anni, rimane ancora una professione molto discussa, cosa ne pensi?
Concordo con te, mentre all’estero è una cosa normalissima (una ragazza si rivolge infatti al Wedding Planner quasi immediatamente dopo aver ricevuto la proposta di matrimonio), in Italia vi è ancora titubanza e “timore”; in parte devo dire anche giustificato in quanto troppe persone si improvvisano ad esercitare questa professione causando un danno dopo l’altro e non avendo assolutamente le competenze necessarie. Mi trovo inoltre contro a diverse trasmissioni televisive italiane che presentano il Wedding Planner come una figura che toglie libertà decisionale alla coppia, che impone il proprio gusto estetico azzerando quasi del tutto quello dei futuri sposi ma in realtà il suo compito è tutt’altro che questo.

Wedding-Planner-Milano-2

3 – A proposito di questo, qual è il compito di un Wedding Planner? E soprattutto, quali differenze ci sono con il Wedding Designer dato che ormai si sente spesso parlare anche di questa figura?
Menomale qualcuno che sottolinea questa differenza, ti ringrazio molto. Wedding Planner e Wedding Designer hanno compiti completamente differenti ma in Italia vi è confusione di ruolo tra queste due figure: la prima, come dice già il termine “planner” si occupa di tutta la parte legata alla pianificazione logistica per l’organizzazione del matrimonio, come ad esempio la gestione del budget a disposizione della coppia, la creazione di una timeline con tutte le varie tempistiche da rispettare durante i mesi prima del matrimonio, la selezione dei fornitori e la gestione di tutti i rapporti con essi, come trattative e scadenze dei pagamenti, è quindi un necessario tramite tra la coppia e i vari collaboratori al matrimonio.
Per quanto riguarda invece il Wedding Designer, le mansioni sono molto diverse: con lui le coppie cominciano un percorso particolarmente entusiasmante e creativo perché il suo compito è quello di seguire tutti gli aspetti estetici del loro matrimonio andando a sviluppare un’immagine finale perfettamente in linea con il loro gusto, concretizzando al meglio le idee che hanno in mente e che spesso loro stessi credono essere irrealizzabili. Il Wedding Designer si occupa insomma di quello che il suo nome dice già di per sé, ovvero, il design del matrimonio, creando tutte quelle meravigliose atmosfere che conferiscono all’evento un elevato impatto emotivo.

Wedding-Planner-Milano-5

4 – All’interno di Andrea Marchetti Eventi, a chi sono affidati questi ruoli?
Dario è senza dubbio la parte fondamentale dell’agenzia e si occupa di tutti i rapporti con i nostri collaboratori, della selezione e dei primi sopralluoghi alle location e dell’attenta ricerca di nuovi fornitori che possano soddisfare ogni esigenza delle nostre coppie; si occupa in pratica di tutta la parte “planner” necessaria alla buona riuscita di qualsiasi evento, mentre io, invece, mi occupo personalmente di ogni aspetto di wedding design anche se, ovviamente, ci confrontiamo sempre e comunque per ogni scelta finale da proporre.

Wedding-Planner-Milano-3

5 – Quanto tempo prima le coppie devono rivolgersi a un Wedding Planner per programmare il proprio matrimonio?
Devo dire la verità, ci sono capitate coppie che si sono rivolte a noi anche con quasi due anni di anticipo ed altre, al contrario, con solamente un mese di anticipo; fortunatamente, all’interno di Andrea Marchetti Eventi abbiamo creato un team di ottimi collaboratori selezionati che ci permette di venire incontro ad ogni richiesta, anche con tempistiche particolarmente ristrette.
Come dico sempre alle nostre coppie, non vi è una regola precisa ma si deve tenere presente che i primi due passi principali, ovvero trovare il luogo della cerimonia (sia essa religiosa, civile o simbolica) e il luogo del ricevimento, sono i più complicati poiché, spesso e volentieri, alcune location hanno molti mesi se non anche oltre un anno di attesa prima di trovare una disponibilità di data libera per ospitare un evento.
Il mio consiglio, a prescindere dal fatto che i futuri sposi vogliano o meno una location esclusiva è comunque quello di rivolgersi a noi da un anno e mezzo fino a non meno di sei mesi prima dal matrimonio.

buy discount wedding guest dresses

6 – Parlando appunto di questo percorso che fate assieme alle coppie, come strutturate i vostri incontri con loro?
Il primo incontro avviene sempre presso il nostro ufficio di Milano e si tratta di un semplice colloquio conoscitivo assolutamente gratuito e senza impegno in cui le coppie hanno modo di spiegarci alcune loro idee relative al proprio evento, i loro gusti generali, il numero approssimativo degli invitati, la loro idea di budget a disposizione, la tipologia di location che gli piacerebbe e soprattutto sono libere di farci tutte le domande del caso qualora avessero dubbi o curiosità da chiederci; diciamo che il primo incontro è quello che serve di più a Dario per cominciare ad operare con la parte logistica. A partire invece dal secondo incontro sta a me entrare più nel dettaglio chiedendo ai ragazzi di raccontarmi come si sono conosciuti, quali sono i loro interessi in comune e facendomi descrivere in dettaglio come vedrebbero il loro “matrimonio ideale”. Noi diamo moltissima importanza a questi colloqui e cerchiamo sempre di fare del nostro meglio per far sentire i ragazzi a proprio agio, talvolta, addirittura, c’è stato richiesto di eseguire i colloqui separatamente, futura sposa e futuro sposo e devo dire che la cosa ha sempre funzionato. Successivamente a questi colloqui, il mio compito, è quello di raggruppare tutte le informazioni ottenute, all’interno di quello che noi chiamiamo “il progetto di matrimonio”, una presentazione realizzata da noi che diventa il punto di partenza per l’organizzazione di tutto l’evento.

7 – Si tratta di un lavoro in cui devi entrare molto in sintonia con la coppia, è vero che il Wedding Planner diventa il migliore amico della sposa?
Sento spesso quest’affermazione e posso dire che è la verità ed è anche la cosa più gratificante. Molte coppie si rivolgono a noi con largo anticipo e ci affidano un giorno importantissimo della propria vita, si aprono piano piano e ci permettono di entrare empaticamente in sintonia con loro, è inevitabile che questo porti alla nascita di un rapporto meraviglioso. Per molte delle mie spose sono diventato un fidato consulente, abbiamo superato insieme dubbi e preoccupazioni, sono diventato uno “psicologo” e un grande amico, questo mi riempie di orgoglio e sono grato della fiducia che hanno riposto nella mia agenzia e nella mia persona. Molte di loro dicono di aver trovato in me una persona sincera, solare e estremamente “tranquillizzante”, sono stato anche definito “una dose necessaria di camomilla”, questo mi fa sorridere e allo stesso tempo mi rende molto felice.

8 – Cos’è che fa distinguere un matrimonio firmato Andrea Marchetti Eventi?
Senza alcun dubbio è l’unicità e il fatto che ogni dettaglio dell’evento riesca ad essere lo specchio della coppia stessa. Il nostro ruolo è quello di dare al matrimonio un filo conduttore che conferisca armonia al tutto ma, alla base, vi sono assolutamente i desideri e i gusti della coppia, coinvolta in ogni più piccola fase organizzativa, a seconda delle loro richieste.
Lavoriamo su una personalizzazione totale dell’evento, collaborando con aziende esclusivamente made in Italy che eseguono magnifici lavori artigianali e all’interno del nostro ufficio che abbiamo voluto strutturare come una sorta di piccolo “show-room” le coppie avranno l’opportunità di vedere fin da subito esempi di partecipazioni e bomboniere, sfogliare cataloghi di carte e nastri, provare confetti e quant’altro sia necessario alla realizzazione del loro matrimonio facendoli sentire protagonisti in ogni loro scelta ma garantendogli sempre il nostro supporto e i nostri consigli.

Wedding-Planner-Milano-6

9 – Siamo alla conclusione, cosa ti senti di dire alle future coppie?
Consiglio loro di affidarsi sempre ed esclusivamente a un professionista che possa essere un aiuto per la realizzazione di uno dei giorni più belli della loro vita.

I nostri contatti:

[m] +39 342 85 31 863
[@] info@andreamarchettieventi.com
[w] www.andreamarchettieventi.com
[f] www.facebook.com/AndreaMarchettiEventi

Leave a Reply